Archivio

Statistiche

Utenti registrati : 9863
Contenuti : 233
Tot. visite contenuti : 261711

Link

legambiente logo

 

snoq logo


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Quello che le donne..., Powered by Joomla!; free resources by SG website hosting
LE CHIACCHIERE SE LE PORTA IL VENTO
2014
Scritto da Elisabetta   
Martedì 08 Luglio 2014 07:17

edilizia-scolastica01-140x103

Face the facts, dicono gli inglesi: le chiacchiere stanno a zero, sono i fatti che contano!

Sul sito del governo è stato pubblicato l'elenco dei comuni di tutto il terriorio nazionale sulla base del piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014, che ha preso il via. Tale piano è diviso in tre sottocategorie:

scuole belle

scuole sicure

scuole nuove.

Alla provincia di Chieti sono stati finanziati progetti di rinnovo, abbellimento, messa in sicurezza e costruzione per un totale di 121 progetti. Nell'elenco sono praticamente elencati tutti i comuni sedi di scuole ai quali sono stati erogati i finanziamenti richiesti per opere di miglioramento degli edifici scolastici. Ho cercato Villa Santa Maria, ma non l'ho trovato. E sapete perchè? Perchè il nostro sindaco "non ha ritenuto" utile richiedere il finanziamento. Certo: le nostre scuole sono un modello di edilizia sostenibile, sicurezza e igiene.

Non posso credere sia stata buttata alle ortiche questa opportunità! Quei soldi, invece, avrebbero fatto molto comodo alla palestra incompiuta, al cortile della Scuola Media tutto rovinato, agli arredi da rinnovare, al grave problema della Scuola dell'Infanzia da risolvere. Invece i nostri amministratori hanno deciso, nel mentre continuano a dichiarare che la situazione finanziaria è grave, che hanno ereditato tanti debiti, che non ci sono soldi, ecc. ecc., che le casse comunali potevano fare a meno di un cospicuo contributo economico.

Ma è andata proprio così o piuttosto è stato un errore dovuto al fatto che nessuno segue seriamente e con competenza gli atti di indirizzo dell'amministrazione? Che nessuno si è preso la briga di informarsi e portare avanti la richiesta, o perlomeno di incaricare chi avrebbe dovuto farlo? Oppure si era troppo occupati ad organizzare le gite "per la cittadinanza" (che guarda caso coincide proprio con una parte dell'elettorato).

Bisognerebbe almeno avere l'onestà intellettuale di ammettere l'errore.

http://www.governo.it/governoinforma/dossier/edilizia_scolastica/

 

Più letti del mese

Io cittadino

Resoconto del Consiglio comunale del 25 agosto 2016

Leggi tutto...

Feed